Eni, oltre 4 miliardi di utile nel 2018. Quota mercato rete carburanti diminuisce

Le vendite rete in Italia pari a 1,48 milioni di tonnellate nel quarto trimestre 2018 sono sostanzialmente invariate (5,91 milioni di tonnellate, in calo del 2% rispetto al 2017). In un quadro di consumi sostanzialmente stabili, si conferma la performance positiva della rete di proprietà con volumi in crescita e il calo del segmento autostradale. La quota di mercato del trimestre del 24% è in lieve diminuzione rispetto al 24,4% del quarto trimestre 2017.

Le vendite extrarete in Italia pari a 1,99 milioni di tonnellate sono in aumento del 3% rispetto al quarto trimestre 2017 (7,54 milioni di tonnellate nel 2018; in linea rispetto al 2017) per effetto dei maggiori volumi commercializzati di gasolio, benzina e bitumi.

Le vendite rete ed extrarete nel resto d’Europa sono in calo complessivamente del 13% nel quarto trimestre rispetto al periodo di confronto (-5% su base annua), a causa principalmente dei minori volumi commercializzati in Francia e in Germania a seguito dell’evento occorso presso la raffineria di Bayernoil.

Nel complesso il gruppo petrolifero segna nel 2018 4,6 miliardi di utile adjusted, in crescita del 93% a fronte di un rincaro del Bren del 25%. Dividendo a 83 cent. Descalzi: “Anno ottimo, resistenti a ciclicità”. Rallentamento nel quarto trimestre

Lo comunica il gruppo petrolifero, aggiungendo che il quarto trimestre 2018 si chiude con un utile netto in calo del 76% a 499 milioni e un utile netto adjusted in crescita del 55% a 1.459 milioni di euro.

“I risultati economici di Eni sono stati trainati dal miglioramento dello scenario energetico con le quotazioni del Brent aumentate dal 31% rispetto al 2017 a quota 71 dollari al barile, peraltro in un contesto di forte volatilità”, spiega la società.

  • 578
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
0 0 Vota
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti