Carburanti, Morani (Mise) alla Staffetta: DL Ristori solo per chi ha chiuso

“Mantenuto gli impegni, amareggiata dal comunicato dei gestori, fondi in legge di Bilancio”. Sul tavolo di gennaio: sentirò la commissione Attività produttive

Staffetta Quotidiana – La sottosegretaria al Mise Alessia Morani risponde alle accuse sollevate dai gestori carburanti, dichiarando di essere “amareggiata” per il comunicato diffuso da Faib, Fegica e Figisc/Anisa a ridosso dello sciopero dei distributori. La sottosegretaria ha infatti sottolineato di aver rispettato tutti gli impegni assunti con le sigle sindacali, a cominciare dalla convocazione di un tavolo di confronto per la riforma del settore il prossimo 11 gennaio. Inoltre Morani ha già inviato alla Corte dei Conti il decreto ministeriale sulle “contribuzioni figurative”, come concordato con i rappresentanti dei distributori. Per quanto riguarda invece l’esclusione dai decreti Ristori degli aiuti alla filiera dei carburanti, Morani ha tagliato corto: quelle misure, ha spiegato, sono dedicate alle categorie professionali a cui è stata imposta con decreto la chiusura.

“Ho incontrato l’altro giorno le sigle che hanno dichiarato lo sciopero – ha spiegato la sottosegretaria alla Staffetta – ma sono assolutamente disponibile a confrontarmi anche con altri soggetti. Più voci ci sono e più riusciamo a capire il disagio di questa categoria. Mi ha lasciato un po’ amareggiata – ha proseguito – il contenuto del comunicato, perché durante il primo incontro avevo colto da parte loro la disponibilità ad una modalità di confronto diversa. Ci siamo visti, mi sono presa un impegno e così ho fatto, con la convocazione del tavolo l’11 gennaio per una riforma del settore, partendo dalla risoluzione De Toma approvata dalla commissione Attività produttive. Mi sono immediatamente adoperata per far uscire il decreto ministeriale sulle contribuzioni figurative per la categoria. Il decreto – ha evidenziato – è stato mandato subito alla Corte dei conti per la registrazione. Loro inoltre sanno che nella Legge di stabilità c’è anche un fondo a cui attingere per i ristori alle categorie che non hanno avuto aiuti negli ultimi quattro decreti Ristori. Ovviamente loro preferivano essere inseriti in quei decreti (ndr. Ristori), ma quei provvedimenti avevano la finalità principale di andare a ristorare le categorie che sono state chiuse con un provvedimento governativo”.

Per quanto riguarda il sostegno al settore dei carburanti, Morani ha chiarito che gli operatori “potranno attingere dal cosiddetto fondone della legge di bilancio, per cui avranno anche loro degli aiuti”. Anche al comparto dei carburanti, ha aggiunto la sottosegretaria, si applicano le misure adottate “in generale per le attività di impresa che hanno avuto perdite, come il rinvio delle tasse o la sospensione dei mutui.

Con riferimento infine al tavolo per la riforma del settore, Morani ha annunciato di voler incontrare la commissione Attività produttive che ha lavorato alla risoluzione De Toma. L’elenco dei convocati al tavolo è tuttavia ancora in fase di definizione.

Per gentile concessione di Staffetta Quotidiana

  • 20
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Sottoscrivi
Notificami
guest
21 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
Stefano
Stefano
1 mese fa

ALLUCINANTE I TAXI NON ERANO CHIUSI ED HANNO AVUTO IL RISTORO.SECONDO SIAMO ALLA FAME ABBIAMO VENDUTO POCO O NIENTE E ADESSO A NATALE ZONA ROSSA FINO EPIFANIA DAL 24 AL 6.CHIUDIAMO TUTTO IN QUESTO PERIODO MAGARI LA MORANi COSÌ SI RENDE CONTO.

Last edited 1 mese fa by Stefano
saverio
saverio
Rispondi a  Stefano
1 mese fa

Sento parlare della riforma del settore da vent’anni ed abbiamo visto come e’ andata a finire.Adesso la Morani ritiene di essere capace di riformare il settore?ma quando?Per favore,taccia che e’ meglio.Noi abbiamo bisogno di soldi subito,gia’ domani e’ tardi,figuriamoci alla fine,che non ci sara’ mai,della riforma del settore.

Overatore
Overatore
Rispondi a  Stefano
1 mese fa

Ringrazia gli zerbini che ad aprile in piena chiusura generale, stavano sull’impianto a rischiare la pelle per 500 litri di merda.

Stefano
Stefano
1 mese fa

Sig TIMPANI SPIEGHI ALLA MORANI CHE ABBIAMO BISOGNO DEI SOLDI PERCHÉ SIAMO SENZA STIPENDIO SUBITO NON TRA UN ANNO.LEI E’ AMAREGGIATA NOI INVECE INCAZZATI NERI.

Last edited 1 mese fa by Stefano
Stefano
Stefano
1 mese fa

Pasticcerie pizzerie erano cmq aperte con l asporto i rappresentanti ecc non erano chiusi ed hanno avuto il ristoro.Di cosa parla la MORANi.

Stefano
Stefano
1 mese fa

CHIIDERE TUTTI DAL 24 AL 6 GENNAIO PER FAR CAPIRE ALLA MORANI CHE NON STIAMO SCHERZANDO

Last edited 1 mese fa by Stefano
Kazunori
Kazunori
Rispondi a  Stefano
1 mese fa

Non faremmo un gran danno ,saremo tutti chiusi in casa…

Stefano
Stefano
1 mese fa

FACCIO APPELLO ANCHE ALLE ALTRE SIGLE SINDACALI APPOGGIATE LA CHIUSURA TOTALE DAL 24 DIC.AL 6 GEN. SIAMO SENZA STIPENDIO ABBIAMO BISOGNO DEI SOLDI SUBITO .L ANNO PROX POI RIVENDICHERETE IL MARGINE ECC.Ma adesso tutti UNITI

Stefano
Stefano
1 mese fa

VE LO CHIEDO PER FAVORE ANCHE SOLO PER UNA VOLTA STIAMO UNITI O NON CI SARANNO PIÙ GESTORI DA DIFENDERE.

Overatore
Overatore
Rispondi a  Stefano
1 mese fa

Dillo a quei leccaculo che ieri erano aperti …

pippo
pippo
1 mese fa

Queste sono le conseguenze che si hanno quando una categoria pensa solo a lamentarsi ,poi quando si chiede LORO di scioperare ,si girano dall altra parte Quando la sorridente Morani si affaccia in strada e vede che i distributori sono aperti nonostante lo sciopero ,cosa pensiamo pensi ? Pensa che siamo dei poveri falliti ,gridano gridano ma non mordono e cosi le compagnie !!!!
Come si fa a dire che non abbiamo più soldi ,un meno 60% ,affitti ecc e rimaniamo aperti ? o siamo idioti o siamo falsi !!!
Certo è altrettanto assurdo che un sindacato si “affidi ” a certe persone per risolvere certi problemi ,Con la MORANI SI POTRA PARLARE DI UNGHIE ,DI PARRUCHIERI ,DI SCARPE !! ma di carburanti ???!!
In ogni caso ,noi gestori abbiamo la colpa di non capire e affidare ad altri la nostra vita ,non capiamo di avere una grande forza
e al sindacato di tutte le sigle piccoli o grandi ,se non vi unite sarà inutile continuare ,avrete fallito

cristian
cristian
1 mese fa

A forza di fare dei tavoli di confronto diventeremo dei falegnami….e’ ora di passare ai fatti ,basta chiacchiere qui si sta chiudendo e chi resta in piedi lo fa’ lavorando quasi gratis…

Alex
Alex
1 mese fa

Cari LEONI della tastiera,
grazie alla vostra massiccia partecipazione, le compagnie si sono spaventate ed hanno deciso unanime che al prossimo rinnovo di contratto saranno disposti ad offrirci fino a tre dosatori di igienizzante x il SELF e due lattine da 10 Lt anziché da 5 sempre di igienizzante di ottima qualità.
Mentre x tutelare la nostra incolumità ci permetteranno di rientrare l’espositore fuori delle 80 ore settimanali di apertura al posto di presidiarlo……….

Overatore
Overatore
Rispondi a  Alex
1 mese fa

Concordo e sottoscrivo. D’ora in poi ad ognuno che si lamenta chiederò per prima cosa se ieri era chiuso. Categoria di quaquaraqua…

Silvio
Silvio
Rispondi a  Overatore
1 mese fa

….vi siete resi conti ora?sono 35 anni che vendo benzina….ho cambiato 5 compagnie e 3 sindacati….ora sono un bianco…..non cambierà mai niente…

Roberto Guarisa
Roberto Guarisa
30 giorni fa

Buongiorno avete fatto i conti di quanto avete guadagnato nel 2019 e quanto nel 2020 con i ristori ??

Overatore
Overatore
Rispondi a  Roberto Guarisa
30 giorni fa

Guadagnato? Io ho perso 600mila litri con spese praticamente invariate e preso 11000 euro di ristoro. Secondo te, ho guadagnato?

Renato
Renato
30 giorni fa

Lo sciopero era interessante se si chiudeva almeno 2 giorni interi (impianti stradali) ma si sono rimangiati un giorno, quindi rimane un giorno di sciopero. Questo è ridicolo, un giorno di sciopero non serve a nulle solo a farci perdere ancora soldi. Sono 20 anni che parlano di riforme del settore e non se ne fatto ancora nulla, tavoli su tavoli per ingrassare solamente le compagnie. Io partecipo agli scioperi di almeno 3 giorni (tutto chiuso- transennati gli impianti) altrimenti mi sento preso in giro e non partecipo. Lo sciopero serve per portare disagio e non per farsi ridere dietro dalla clientela.

Giorni
Giorni
Rispondi a  Renato
29 giorni fa

Non prendere scuse stupide per scioperare

claudio
claudio
30 giorni fa

Buon giorno, sono 20 anni che si aspetta una razionalizzazione del settore, nessuna compagine politica ci riuscirà, pertanto solo queste pandemie faranno quello che la politica non è riuscita a fare.Ricordiamocelo ogni giorno che fra 10 anni le vendite saranno ben che vada al 40% dell’ attuale. ognuno tragga le conclusioni. Buon Natale a tutti

Kazunori
Kazunori
Rispondi a  claudio
29 giorni fa

selezione naturale…