Contrabbando di benzina dalla Grecia, sequestrati al porto 57 mila litri

I finanzieri di Brindisi non hanno dubbi: i 57mila litri di prodotto petroliferi arrivati in Italia via mare dalla Grecia, avrebbero fruttato – una volta immessi sul mercato nero – ben 85mila euro.

Il commercio delle taniche, infatti, sarebbe stato fatto evadendo l’Iva – per quasi 16mila euro- e le accise per oltre 35mila euro.

Il sequestro e’ avvenuto nel porto nel corso dei controlli durante le operazioni di sbarco di mezzi pesanti. I due tir che trasportavano la benzina provenivano entrambi dalla Grecia: gli autisti – due greci di 63 e 41 anni – sono stati denunciati a piede libero per contrabbando.

  • 324
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Sottoscrivi
Notificami
guest
3 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
anto
anto
1 anno fa

Chiediamo alla redazione come è andato a finire il rinvio a giudizio di tutti i dirigenti di Eni-Rete presso il Tribunale di Roma per il Contratto di Associazione in Partecipazione?

anto
anto
1 anno fa

Spett.Redazione,
ci date una risposta?

Moreno Parin
Moreno Parin
Rispondi a  anto
1 anno fa

Scusami, non so se la redazione ti darà una risposta, ma siccome io non so assolutamente di che stai parlando ci potresti dare qualche informazione in più? sono curioso di capire di cosa si tratta e chi ha portato in tribunale i dirigenti di Eni-Rete, grazie in anticipo.