Il cdm aumenta al 100% il credito d’imposta sulle commissioni per pagamenti con pos

E’ incrementato dal 30% al 100% il credito d’imposta sulle commissioni sui pagamenti elettronici addebitate agli esercenti che acquistano, noleggiano o utilizzano strumenti che consentono forme di pagamento elettronico entro il 30 giugno 2022.

E’ quanto prevede il provvedimento approvato dal cdm  dove oltre ad essere abolito il cashback e il supercashback viene incrementato dal 30% al 100% il credito d’imposta sulle commissioni sui pagamenti elettronici addebitate agli esercenti che acquistano, noleggiano o utilizzano strumenti che consentono forme di pagamento elettronico entro il 30 giugno 2022.

Una risposta al problema dei costi eccessivi, sempre sollevato dalle associazioni di categoria. Le stesse fonti spiegano che è istituito un nuovo credito d’imposta per lacquisto, il noleggio o l’utilizzo di strumenti che consentono pagamenti elettronici per il collegamento con i registratori telematici. Il credito è pari a una percentuale della spesa sostenuta (nel limite di spesa massimo di 230 euro per beneficiario), pari al 70% per i soggetti con ricavi relativi al periodo d’imposta precedente non superiori a 200.000 euro, al 40% per chi ha ricavi compresi fra 200.000 e 1 milione di euro o al 10% per chi ha ricavi superiori a 1 milione di euro ma inferiori a 5 milioni.

Il nuovo decreto estivo è destinato nel fine settimana a diventare un emendamento al decreto Sostegni bis così da essere convertito in legge entro il 24 luglio.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Sottoscrivi
Notificami
guest
7 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
mario
mario
1 mese fa

non vedo nessuno a lamentarsi,tutti contenti,strano

oleoblitz
oleoblitz
1 mese fa

eccomi qua……ogni tanto vado di ferie lunghe, ma ritorno per curare i miei interessi….Kazunori ci sei ancora ???

Kazunori
Kazunori
Rispondi a  oleoblitz
1 mese fa

Ciaoooooo Oleoblitz ,Kazunori sempre presente …barcollo ma non mollo!!!

Alex
Alex
1 mese fa

E’ incrementato dal 30% al 100% il credito d’imposta sulle commissioni sui pagamenti elettronici addebitate agli esercenti che acquistano, noleggiano o utilizzano strumenti che consentono forme di pagamento elettronico entro il 30 giugno 2022.
QUINDI X CHI RISQUOTE CON CARTE COSA CAMBIA??
FINO AD ORA LE COMMISSIONI LE PAGANO GLI ESERCENTI E NON CHI AQUISTA !!
Credo di aver interpretato male, ..forse !?

Roberto
Roberto
Rispondi a  Alex
27 giorni fa

le commissioni che paghiamo vanno tutte in credito d’imposta dal 1 Luglio , al 100 % ! Hai capito ???

Sandro
Sandro
Rispondi a  Roberto
27 giorni fa

Purtroppo la norma non interviene per modificare le condizioni attuali del credito di imposta per i Gestori in quanto il credito d’imposta sulle commissioni sui pagamenti elettronici addebitate agli esercenti che acquistano, noleggiano o utilizzano strumenti che consentono forme di pagamento con i pos collegati a registratori di cassa.

Il credito spetterà dal 1° luglio 2021 ai titolari di partita IVA che effettuano cessioni di beni o prestazioni di servizio nei confronti di consumatori finali, nel caso di utilizzo di mezzi di pagamento elettronico collegati ai registratori di cassa o a strumenti evoluti di pagamento.
Il credito d’imposta spetta nel limite massimo per soggetto di 160 euro, nelle seguenti misure: 10% importo speso: per quanti abbiano ricavi compresi tra 1 e 5 milioni di euro; 40% importo speso: per quanti abbiano ricavi compresi tra i 200.000 ed 1 milione di euro; 70% importo speso: per quanti abbiano ricavi inferiori ai 200.000 euro.

oleoblitz
oleoblitz
1 mese fa

ciao…veramente felice di trovarti ancora forte e combattivo in questi momenti dove per i prossimi 2 anni ci saranno tanti cambiamenti nel nostro lavoro…ma ne parleremo e come sempre dico … chiusura immediata di almeno 8000 impianti…a presto!!!