Le mani della mafia sul mercato nero del carburante

In Italia benzina e gasolio rivenduti in nero valgono il 15% del totale, per lo Stato fino a 6 miliardi persi

Diciottomila litri di carburante, per un valore di oltre 25mila Euro. E’ il colpo messo a segno nei giorni scorsi ai danni di una stazione di servizio dell’azienda Scat, ad Arceto. Episodi che si fanno sempre più frequenti e che riportano sotto i riflettori la questione del mercato nero di benzina e soprattutto gasolio. E attenzione: il fenomeno genera anche una vera e propria allerta ambientale.

Prelevare combustibile forzando gli impianti e trasportandolo su strada con mezzi non idonei è pericoloso, per le persone, per gli automobilisti e per i possibili danni ambientali. Il monito arriva da Andrea Salsi, vicepresidente di Assopetroli-Assoenergia e presidente della Scat, azienda leader in provincia di Reggio e in regione nel settore della commercializzazione di carburanti e gas naturali. Società che è stata vittima di recente di diversi furti.

“Il rischio di inquinamento è devastante. Viene prelevato il carburante con tecniche e attrezzature non idonee, e poi trasportato per essere ricollocato. Il rischio di sversamento è altissimo”.

Ad agire sono bande estremamente specializzate.

“C’è una attività di monitoraggio degli impianti, due in sei mesi quelli colpiti. Agiscono dopo il rifornimento, di notte, mettono i birilli simulando lavori di manutenzione”.

Ma dove finisce il carburante rubato?

“In Italia, direttamente negli impianti. Una volta riguardava Paesi vicini come Austria e Slovenia, ora tutta Italia. Viene ricollocato attraverso rivenditori ai clienti finali”.

A rendere più cupo il quadro c’è anche il fenomeno dell’evasione fiscale e soprattutto delle infiltrazioni della criminalità organizzata.

“Parliamo del 15% del prodotto consumato in Italia. Vale a dire 4-6 miliardi di euro non incassati dallo Stato”.

A dirlo il Vicepresidente di Assopetroli e Presidente SCAT Andrea Salsi.

Estratto da Reggionline

  • 44
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

avatar
  Sottoscrivi  
Notificami