Blackout nazionale dei pagamenti con carte di credito e Bancomat

LOTTERIA DEGLI SCONTRINI ESTRAZIONE PAGAMENTO ELETTRONICO CONTACTLESS OPERAZIONE OPERAZIONI PAGAMENTI ELETTRONICI BANCOMAT CARTA DI CREDITO SCONTRINO RICEVUTA CASHBACK CASH BACK

Milioni gli italiani costretti, questa mattina, a lasciare la spesa nei carrelli dei supermercati colpa di un blackout nazionale per i pagamenti con carte e bancomat

Numerose le banche coinvolte, tra cui Unicredit, Intesa San Paolo, Poste Italiane, BNL e altre, come segnalato dal sito Downdetector. Sono ormai innumerevoli gli italiani che non sono riusciti ad effettuare pagamenti ai supermercati e ai distributori di carburante viene chiesto di pagare in contanti per via anche del blocco delle carte di credito aziendali per il carburante.

Il blackout ha interessato da questa mattina tutte le carte Unicredit, Bancomat e Visa e dunque ci si è ritrovati costretti a pagare, laddove possibile; diversamente, molti consumatori sono stati costretti a lasciare la propria spesa alle casse dei supermercati, oppure a non poter fare benzina per mancanza di contante.

I tecnici dei sistemi bancari sono a lavoro per riuscire ad individuare e a risolvere il problema che sta causando grossi disagi.

Sottoscrivi
Notificami
guest
9 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
pippo
pippo
1 mese fa

Pagate in contanti !!!!!Mandate a far in culo tutti gli altri sistemi di pagamento
Primo vi accorgereste quando sono finiti i soldi
Secondo non andate ad alimentare quel sistema mafioso che sono diventate le banche L unico motivo per il quale VI vogliono obbligare al pagamento pos non e il pagamento in nero o cagate ,si CAGATE del genere, ma vogliono le commissioni che sfuggono alle banche MILIARDI !!! Sveglia popolo caprone !!!

Daniele
Daniele
Rispondi a  pippo
1 mese fa

Parole sacrosante. Condivido in pieno

Max
Max
Rispondi a  pippo
1 mese fa

e meno male che da me sono tutti in prepay altrimenti oggi sai quanti pagamenti a vuoto..con questa storia dei pagamenti elettronici ormai non hanno in tasta neanche 10 euro perche’ Loro devono fare i fighi con la app sul telefono..di tutto questo ringraziamo le banche..loro si che sono oneste eh?

Claudio
Claudio
1 mese fa

Noi, per questo motivo, abbiamo ricevuto una recensione negativa. Da un italiano medio. ( purtroppo ) la colpa era nostra, non di chi ci spenna sui costi di transazione.

Paolo
Paolo
Rispondi a  Claudio
1 mese fa

Aumentiamo il prezzo,perche’ a parte i costi(luce, commissioni,chiamata, carta,accredito moneta 2 giorni),al self i clienti vogliono la comodità’ di pagare con la carte,e’ noi ci rimettiamo,siamo proprio senza cervello tanto il Governo ci spreme come il limone.IO PAGO IO PAGO;;;;;;

Alex
Alex
1 mese fa

Sarà stata dura x tutti quegli imprenditori che al self si prodigano per agevolare il cliente con il post pay .
Non preoccupatevi, i vostri AVR vi saranno vicini nel dolore.

paolo.rossi@virgilio.it
paolo.rossi@virgilio.it
Rispondi a  Alex
1 mese fa

I clienti nel mio impianto non vengono agevolati,
vi sembra corretto che fanno rifornimento per 3€ al pos del self e’ paghino con la carte di credito…IO a volte lo chiudo di notte, si lamentano chiudiamo i self la notte oppure si paga il carburante più’ caro

Marco De Biasi
Marco De Biasi
Rispondi a  paolo.rossi@virgilio.it
1 mese fa

Chiudi pure che vanno da un altro, figurati se sentono la mancanza del tuo impianto con tutti gli impianti aperti che ci sono

Claudio
Claudio
Rispondi a  Marco De Biasi
20 giorni fa

Vero, hai ragione, il detto mors tua vita mea, è sempre valido. Però un consiglio vorrei date alla gente, tenete sempre contanti in tasca.