Angac pianifica manifestazione e sciopero su margine

Con una nota Angac annuncia la pianificazione di una manifestazione e di uno sciopero per richiamare l’attenzione della classe politica sullo sfruttamento da caporalato dei Gestori  dovuto ad un margine insufficiente. 

Di seguito il Comunicato Angac 

ANGAC in riferimento allo sciopero indetto dalle Associazioni Nazionali di Categoria per la giornata di ieri 6 novembre e oggi 7 novembre 2019, rileva la scarsa partecipazione dei Gestori sardi con percentuale che si avvicina allo zero.

Questa manifestazione incentrata sui temi dell’illegalità riguarda solo marginalmente l’attività del gestore (2%) e della fatturazione elettronica che è un adempimento obbligatorio per tutte le categorie, è ben lontana anni luce dalle reali esigenze e problematiche del settore.

L’ANGAC si batte affinchè venga riconosciuto un margine di guadagno congruo, margine dimezzato con il passare degli anni e grazie alla sottoscrizione di contratti che avrebbero dovuto tutelare i lavoratori, non più autonomi, come i Gestori degli impianti di carburante.

Il profitto di un Gestore è di circa 1 euro all’ora, subendo uno sfruttamento pari ad un caporalato.
Con queste motivazioni l’ANGAC, quale portavoce dei suoi iscritti, vuole richiamare l’attenzione della classe politica verso il margine di guadagno, del quale poco o quasi nulla si parla.

Spinti da tale motivazione stiamo pianificando una manifestazione invitando tutti i gestori a prendervi parte, indossando la nostra caratteristica maglietta rossa, affinché vi sia anche una forte sensibilizzazione dell’opinione pubblica. I primi due giorni saranno di sciopero con chiusura totale degli impianti, dal secondo giorno di sciopero a seguire per altri 28 giorni non saranno accettate bancomat, carte di credito e carte petrolifere, e se non seguiranno riscontri e non saremo convocati dalle istituzioni preposte, lo sciopero si ripeterà ad oltranza.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Sottoscrivi
Notificami
guest
46 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
Guido
Guido
11 mesi fa

Buffoni….

pippo
pippo
Rispondi a  Guido
11 mesi fa

Perché sono dei buffoni ? ce lo spieghi
Sono buffoni perché chiedono più margine ? Sono stati fatti 2 gg di sciopero per gli interessi principali delle compagnie e retisti ,per carità siamo in democrazia ,come gli dovremmo chiamare quelli che hanno partecipato ?

Mario
Mario
11 mesi fa

Manie di onnipotenza, angac dopo aver fatto varie figure di merda, e rendendosi conto che vale meno del due di picche, chiama a raccolta i 4 fessi che ancora gli ascoltano. Perché di 4 fessi si tratta.

Gianmario
Gianmario
Rispondi a  Mario
11 mesi fa

Prima di usare un aggettivo come fessi magari guardati allo specchio perché se in tutti questi anni non si è fatto niente per la categoria credo che sarebbe un aggettivo adatto un pó a tutti i gestori di qualsiasi bandiera sindacale, piuttosto che offendere perché non si cerca un unione per il fine voluto da tutti cioè il margine del gestore che si è ridotto all’osso, sembrate dei politici che non pensano al bene del paese ma a parlare male degli altri partiti ed i tanto l’Italia va a rotoli. Complimenti

Mario Sciopero fino a domani mattina
Mario Sciopero fino a domani mattina
11 mesi fa

Eccoli qua! A dire balle e a fare proclami…con gli scioperi de quartiere non si otterrà nulla…

Gianmario
Gianmario

Non mi sembra che lo sciopero indetto dalle grandi sigle abbia ottenuto un successo oltre quartiere

Gestore sassari
11 mesi fa

Ma state zitti e pensate al silenzio di tutti questi ultimi anni d parte di tutti, prima k un gruppo di lavoratori e gestori ci mettesse la faccia per disperazione… Da dietro una scrivania son tutti bravi… E soprattutto da dietro una tastiera… I buffoni sono gente come voi… Forse k nn sanno neanche cosa vuol dire fare il gestore e lottare tutti i mesi x arrivare a fine mese… Grazie ai margini da fame che abbiamo… Non scrivete che forse fate più bella figura…. E grazie a quelli che per voi valgono meno del 2 di picche, tutti ora a proclamare scioperi e a farsi avanti…. Ma percarita… Per anni silenzio totale… Ora a tutti da fastidio l Angac…. Forse si stanno scoperchiando verità e imbrogli da sempre nascosti… E frigge il culo a molti….

Maria
Maria
11 mesi fa

Eccolo qui il leone da tastiera …. Meglio gattino arruffato??? Ahahahah!!!! Occhio che Angac sta sistemando i trasportini!!! 😜

Mario Sciopero fino a domani mattina
Mario Sciopero fino a domani mattina
Rispondi a  Maria
11 mesi fa

E che te rispondo a Marí..mi siedo e aspetto 😂😂😂

Antonello
Antonello
11 mesi fa

io proprio non vi capisco, state qua a discutere, a offendervi, qualcuno elegantemente, qualcuno in modo più scurrile, invece di incamere tutte queste energie sui veri obbiettivi di tutte queste iniziative, che in realtà dovrebbero unirci invece di dividerci. Per me lo scioperò, indifferente da chi lo organizza, rimane l’unico mezzo a nostra disposizione per ottenere qualcosa. Purtroppo stato e politici sanno benissimo la situazione in cui stiamo ma non faranno mai niente di veramente utile e concreto per aiutarci. Promesse si, ma niente di più, prenderanno tempo e tempo rimbalzandoci da una legislatura all’altra, nel frattempo se qualcuno chiuderà o fallirà a loro poco importa, ci sarà sempre qualcun altro pronto a subentrare. Ma se uniti, anche solo per una volta, anche solo per tre giorni, (perché tanto la legge ad ok da loro creata di più non ci concede), allora si che ci ascolterebbero e non potrebbero far finta di niente e girarsi dall’altra parte. In tre giorni fatti bene bloccheremo l’intero trasporto su gomma in Italia, bloccheremo milioni di persone, che sono ben più cosa di qualche migliaia di gestori, e allora si che dovrebbero far qualcosa. I nostri clienti in via indiretta diventerebbero la nostra voce di protesta, e anche se non lo faranno direttamente per noi, qualcosa la dovranno fare, e pure velocemente

Stefania
Stefania
11 mesi fa

Mai vista tanta cattiveria verso i colleghi in un altra categoria ….meritiamo davvero tutto quello che ci fanno e che ci faranno …

pepsi
pepsi
11 mesi fa

le compagnie petrolifere gongolano.

anto
anto
11 mesi fa

Sciopero serio.

gioeni
gioeni
Rispondi a  anto
11 mesi fa

se noi gestori siamo i primi a NON farlo non sarà mai uno sciopero serio

anto
anto
11 mesi fa

Sig.Timpani,
Lei si era impegnato alcune settimane fa a informarci su un post di questa redazione ma a tutt’oggi non ci ha ancora dato riscontro.
Mi riferisco AL RIINVIO A GIUDIZIO DI TUTTI I VERTICI di AGIPRETE che davano l’impianto con Contratto di Associazione in partecipazione.
Ci sono degli impedimenti?

Roberto Timpani
Roberto Timpani
Rispondi a  anto
11 mesi fa

No Anto nessun impedimento . Le voci , perché non abbiamo accesso agli atti del giudizio penale, darebbero alcuni dirigenti eni di quel tempo – ormai usciti dal Gruppo – assolti. Altri che ancora sono nella struttura rinviati a giudizio pwr varie responsabilita’.

max
max
11 mesi fa

invece di essere uniti vi scannate per quelli che sono rimasti aperti cosa avete risolto avete fatto bella figura con i clienti e la compagnia se portiamo a casa dei risultati non dovrebbero conteggiarvi a voi

gioeni
gioeni
Rispondi a  max
11 mesi fa

PAROLE SANTE

Roberto Timpani
Roberto Timpani
11 mesi fa

Io personalmente sono contento quando una categoria sciopera. Ma come al solito, i toni e gli argomenti sono inaccettabili. Molta confusione, soliti slogan contro i Sindacati, concetti da arringa che vorrebbero richiamare i gestori ad una “chiamata alle armi” . Mistificazioni varie sulla illegalità che qualcuno ritiene sia estranea al nostro settore . Io auguro – a differenza della associazione che diffonde simili comunicazioni e commenta gli esiti dello sciopero nazionale- che lo sciopero riesca, perché ritengo sempre giusto lottare per i propri diritti. Diversamente da altri, che hanno lasciato “liberi” i gestori di aderire allo sciopero nazionale del 6 e 7, dopo aver inanellato una serie di accuse e di argomentazioni fuorvianti , io invito i gestori anche di questa associazione a scioperare e adottare le iniziative proclamate. Come dice qualcuno, “i gestori non sono stupidi e decideranno”.
In questo sta la differenza tra il Sindacato ed altri raggruppamenti : il concetto del rispetto e della democrazia.

MARIO SCIOPERO
MARIO SCIOPERO
Rispondi a  Roberto Timpani
11 mesi fa

L’IMPORTANTE è CHE GLI SCIOPERI NON SIANO INDIRIZZATI VERSO I SINDACATI COME IL LORO NON-SCIOPERO… MA VERSO UN OBIETTIVO COMUNE….ALTRIMENTI NON ARRIVEREMO MAI A NULLA…

DIEGO
DIEGO
11 mesi fa

Premetto che io sono per l’ unità di tutte le sigle sindacali per una linea comune negli interessi dei Gestori. Ma mi spiegate come si può fare bene 3 giorni di sciopero, come quì scrivono, se nel mio comune ci sono 13 impianti di cui : 4 Ghost, 6 con altre forme contrattuali 3 GESTORI. lo scrivo in lettere perchè capiate meglio TRE GESTORI. Ora in un’ altra pagina ho letto che qualcuno non condivide lo sciopero ma lo fa lo stesso perchè qualche volta bisogna tapparsi il naso, ho risposto che per tanti anni mi sono tappato il naso orsa basta. Da un’ altra parte ho letto di una Confcommercio Provinciale che in un comunicato sostanzialmente scrive che lo sciopero è ormai superato è inifluente in termini di risultato…. aggiungo… propio per i numeri degli impianti nel mio comune . Non ho la ricetta per una soluzione non saprei che proporre per far uscire la categoria da questo pantano. Una cosa suggerisco, che ogni sigla sindacale faccia un passo indietro e che umilmente si siedano e si confrontino per individuare una strategia comune per il bene dei GESTORI. Missione impossibile.

pippo
pippo
Rispondi a  DIEGO
11 mesi fa

Caro Diego,Tu sei uno dei fortunati che ha ancora una gestione ,non ti hanno ancora trasformato in un puliscipiazzale ,e,penso sia anche per questo che dovresti scioperare ,per mantenere quella gestione ,gli alti Ghost ,o p bianche ,vadano pure a farsi fottere

capre
capre
Rispondi a  pippo
11 mesi fa

caro pippo …. cit “vadano pure a farsi fottere ” … capisco perchè la categoria è allo sbando … scioperare è giusto … per motivi giusti e per trovare ragione…determinati profili o una qualifica per poter gestire un impianto con innumerevoli problematiche e con rischi che altre attività non hanno ma la richiedono . A quel punto si che si potrebbe aver ragione su margini contratti etc. etc.

Alex
Alex
11 mesi fa

Sulla tastiera sono dei LEONI, poi quando si deve scioperare tirano fuori la democrazia.
Democraticamente parlando, avere gli impianti aperti durante lo sciopero è servito a far crepare dal ridere i dirigenti aziendali e a fargli ottenere punteggio x avere un premio produzione più cospicuo a fine anno.
Mentre il gestore ha dimostrato ancora una volta al cliente che è uno che non conta nulla, al azienda che è uno smidollato e se si fa due conti in tasca si rende conto che si è alzato x : pulire il piazzale, controllare le gomme, pulire i bagni, lavare due vetri, pagare la corrente e ANTICIPARE GLI SCONTI AL SELF X L’AZIENDA perché in quei giorni si vende sempre meno del solito.
Sempre DEMOCRATICAMENTE non ho nessuna stima di questi soggetti perché sono gli stessi soggetti che hanno contribuito a raggiungere questi livelli.
Un giorno di sciopero quanto denaro ti fa perdere ???
Ohh, meglio quanto sconto non ti fa anticipare ???
Non mi interessa se sulla mia destra a 400 m ho una pompa bianca e a 3 Km sulla sinistra un impianto goost. io manifesto il mio disagio, se a loro le cose vanno bene mi fa piacere io non faccio il consulente x calcolare il loro guadagno io faccio lo sciopero x cercare di migliorare la mia situazione.
Con 1 Euro al ora di guadagno e solo ridicolo non scioperare.

DIEGO
DIEGO
Rispondi a  Alex
11 mesi fa

cerco di spigarmi…..30/35 anni fa l’ adesione allo sciopero era al 99% ma c’erano solo Gestori, no ghost no pompe bianche, abbiamo girato in macchina per convincere chi era aperto di chiudere, abbiamo bloccato x mezza giornata le autobotti all’uscita dei depositi/raffinerie, siamo stati segnalati per quei blocchi stradali e in caso di recidiva scattava la denuncia a quel tempo. Quello che volevo dire nel mio precedente intervento è che non si può avere la stessa efficacia con lo sciopero oggi in zone dove ci sono 3 Gestori su 13 impianti. Il nostro disagio lo si può esprimere e portare a conoscenza in modo diverso anche direttamente ai ns. clienti dando informazione, tanto che si chiuda o no al cliente non gliene frega niente dei ns problemi.
Ma pensate che dopo 40 anni da Gestore (e sono cosciente di esser super fortunato di esserlo ancora) non mi faccia male vedere la categoria così dopo tutte le lotte fatte? Allora i Sindacati con la “S” maiuscola hanno veramente tutelato la categoria peccato che sono fermi al 1999/2000.
Da allora non mi riconosco più nelle tre organizzazioni nazionali.

Alex
Alex
Rispondi a  DIEGO
11 mesi fa

Vuol dire che le stimabili persone di cui mi parli sono finite poco dopo il 1998. perché da allora ricordo un solo sciopero dove c’è stata una massiccia adesione il resto ricordo gestori che rincorrevano il proprio agente per firmare le adesioni per le strategie commerciali ed ora criticano la triade.
Il sindacato non sono la triade, il sindacato sono tre associazioni diverse dove ogni uno deve riconoscersi in quella che abbraccia meglio le proprie idee (non pensieri). Un gestore che non è associato ad una qualunque sigla sindacale, è un immaturo,
e quello che affermo lo può dimostrare chiunque abbia iniziato una controversia legale con l’azienda. Tutti gli uffici legali che hanno seguito azioni legali contro l’azienda x conto dei gestori, sono tutti grandi conoscenze degli uffici sindacali,
forse una ragione ci sarà ???

zanni fausto
zanni fausto
Rispondi a  Alex
11 mesi fa

Un gestore che non e associato è un gestore che quando ha avuto bisogno ha dovuto prendere un avvocato per difendere il c…. perché le associazioni si sono fatte i beati c…. loro Trovami un gestore che e passato dall affare AICO SHELL che crede ancora nel sindacato e ti do una medaglia furbone

Roberto Timpani
Roberto Timpani
Rispondi a  zanni fausto
11 mesi fa

Caro Fausto, negli anni passati ho organizzato numerose riunioni con i gestori Aico, alla presenza di un avvocato alle prime armi, divenuto famoso di recente perché, mi permetto di dire, ha acquisito conoscenze anche grazie al nostro supporto. Di recente l’ho visto affiancarsi ad una aggregazione di gestori. Conosco abbastanza bene la vicenda degli Aico e molte azioni giudiziarie gestite dal giovane avvocato si sono concluse, ahimè, con accordi prima delle sentenze. Conosco molti ex aico che usciti da quella esperienza hanno proseguito su altri impianti come gestori. Mi pare di poter dire che, soprattutto per il supporto avuto negli anni, conservano un buon ricordo della Fegica. Forse mi sbaglio, ma credo che – anche sulla scorta di una serie di documenti che il Sindacato aveva inviato alla SHELL, quelle famiglie sono state tutelate. Brutta storia , concordo, ma ti posso garantire che conservo ancora tutti gli ordini del giorno di assemblee e in alcuni casi gli atti processuali.
Non si è trattata ovviamente di una grande vittoria del Sindacato. La Shell tra minacce e intimidazioni era arrivata ad avere circa 700 AICO. Abbiamo all’epoca anche organizzato uno sciopero degli associati. Se eri uno di quelli, sai di quale avvocato parlo e sai delle riunioni fatte in provincia di Milano. E lo abbiamo fatto gratis, senza chiedere nemmeno una tessera od un contributo. Diversamente e lo trovo anche giusto, il giovane avvocato ha avuto successi e non solo morali.

GIAMPIERO BINDO
GIAMPIERO BINDO
11 mesi fa

Leggo con sconcerto, ma ero preparato, la grande soddisfazione di un gruppetto di pseudo gestori intellettuali che si sono raggruppati per dar seguito ai loro interessi personali, la cognizione è manifesta conoscendo alcuni di questi personaggi. Evito di elencare ciò che sono le loro linee guida che, in primis, hanno l’obbiettivo di disconoscere, infangare, e gettare un pochino di lattame al sindacato oggi riconosciuto sui tavoli di confronto istituzionali al contrario delle loro persone. Diciamo che la maggioranza dei gestori se ne faranno una ragione, e prenderanno atto che tale atteggiamento, se pur finalizzato a danneggiare l’intera categoria per un ben definito interesse di singoli, è solo ed esclusivamente limitato a personaggi che “godono” del loro isolamento tra i loro stessi colleghi.

Stefania
Stefania
Rispondi a  GIAMPIERO BINDO
11 mesi fa

Gentilissimo Giampiero sono passata dalle sue parti ,ho visto che il 6 i suoi impianti erano operativo modalità self e ieri aperti entrambi come mai un proclamatore dello sciopero non ha chiuso ,mentre altri impianti si(io per esempio)?chi danneggia la categoria secondo lei?

Gestore sassari
Rispondi a  Stefania
11 mesi fa

Forse perché oltre che danneggiare la categoria vuole danneggiare anche l immagine del suo sindacato… Proclamano poi sono i prima ad aprire!!!

DIEGO
DIEGO
Rispondi a  GIAMPIERO BINDO
11 mesi fa

Le garantisco Sig. Bindo che non ho nessun interesse particolare e non ricopro nessun incarico da nessuna parte ma la mia esperienza mi ha portato e mi porta a fare delle considerazioni personali che possono o non possono essere condivise. Sono invece le persone come Lei che vedono le altre associazioni come un qualcosa da osteggiare e basta. Mi è permesso dire che fino al 1999/2000 per fortuna che c’ era Figisc, Faib e Fegica e che da li in avanti non mi riconosco più in essi ?

Rosario
Rosario
11 mesi fa

Fate benissimo, perfetto con sospensione dei pagamenti di credit e fuel cards e buoni carburante, aggiungerei anche sospensione attività promozioni punti.

Luigi
Luigi
11 mesi fa

Che tristezza, leggere certe cose ti da veramente il valore morale e sindacale, qui si esulta per la mancata partecipazione dei colleghi…. Non ho parole…

fabio
fabio
11 mesi fa

MA CHI NON SCIOPERA MI SPIEGA CHE COSA OTTIENE?

fabio
fabio
11 mesi fa

MA CHI NON SCIOPERA MI SPIEGA CHE COSA OTTIENE? OLTRE LE RISATE DEI PETROLIERI…

Stefania
Stefania
Rispondi a  fabio
11 mesi fa

Invece chi è all interno della sigla sindacale e non chiude??per non fare un torto alla compagnia prende un po’ per i fondelli noi o no ?

fabio
fabio
Rispondi a  Stefania
11 mesi fa

QUINDI SE SEI IN TRINCEA ED IL NEMICO AVANZA MA IL TUO CAMERATA DI FIANCO NON SPARA, CHE FAI NON SPARI NEANCHE TU?

Stefania
Stefania
Rispondi a  fabio
11 mesi fa

Forse non mi sono spiegata… io partecipo a tutti gli scioperi anche quelli dei ferrotranvieri se questo può servire a sbloccare la situazione in cui ci troviamo . Ho solo detto che il generale ha mandato gli altri in trincea… lui non è partito neanche per la guerra anzi ha festeggiato con il nemico…il 6 e il 7…

Rocco
Rocco
11 mesi fa

Mario ma di quali manie di onnipotenza parli, io non sono sardo, ma tu che dici che angac vale quanto il due di picche, dimmi il tuo sindacato in questi anni quanto ha dimostrato di valere, te lo dico io …..quanto il due di coppe….se ti ha portato a guadagnare 3 cent. lordi a litro il merito e’ anche del tuo sindacato, nello sciopero appena fatto, lasciamo stare le adesioni…. di tutto si parlava tranne che dei margini, per il tuo sindacato non e’ una priorita’anzi… l’altro giorno leggevo un post di un sindacalista che rispondendo a un collega definiva la questione margini…… trita e ritrita….con un senso di fastidio. Quindi lascia stare quei quattro fessi ti accorgerai con il tempo che poi tanto fessi non lo sono. Tu intanto continua a farti prendere per fesso dal tuo sindacato come lo hanno fatto negli ultimi 15/20 anni …non solo tu e’ chiaro mi ci metto anche io fin quando non ho capito con chi avevo a che fare.

Roberto Timpani
Roberto Timpani
Rispondi a  Rocco
11 mesi fa

Bel commento Rocco. Non c’è che dire. E tu con la tua profonda conoscenza e la tua inestimabile esperienza saresti stato gabbato per quasi venti anni da quei lestofanti del Sindacato. È una bella storia senza dubbio. Ti regalero’ il libro a cui sto lavorando da pochi giorni .il Manuale del perfetto dissenziente nel quale troverai molti suggerimenti pet il quotidiano ed incessante comportamento di vero critico delle azioni del Sindacato . Per te, edizione speciale : come restituire allo Stato le centinaia di migliaia di euro non conferiti dal 1991 all’erario per aver goduto dei benefici fiscali per questa categoria. Jon ti preoccupare, ora gli interessi sono bassi

Rocco
Rocco
Rispondi a  Roberto Timpani
11 mesi fa

Bello anche il tuo di commento, capisco che il nascere di nuove entita’ sindacali fatta da gente che come me ha capito che sicuramente non siete voi della vecchia triade in grado di fare i nostri interessi, e questo vi causa qualche bruciore di stomaco, per non dire altro. Per quanto riguarda la mia conoscenza ed esperienza fatta in 33 anni di piazzale sai benissimo che non la si compra al supermercato ma si acquisisce con il tempo toccando e valutando con mano cose e persone a da qui e nata la bella storia che a te va di traverso. Ti ringrazio infine per il tuo pensiero sul tuo libro di prossima uscita credo di storia dato che parti prima del 1991…..spero che non ti dimentichi di quella recente. Per quello che avete fatto nel 1991 riguardo i benefici fiscali ottenuti credo che una petizione per farvi un monumento sarebbe il minimo da parte nostra.

Roberto Timpani
Roberto Timpani
Rispondi a  Rocco
11 mesi fa

Bene, chiedero’ un tuo illuminato parere sul libro. solo un piccolo dettaglio pero’: il bonus è nato nel 1991 e ogni anno confermato fino all’ultimo governo Berlusconi tra il 2010 e il 2011. Poi, immediatamente dopo, reso strutturale con un piccolo aumento sulle accise. Avresti ragione tu se fosse poi sparito negli anni e quindi noi non avessimo fatto nulla per mantenerlo. Ed invece, SORPRESA !!, te lo cucchi anche mentre stai scrivendo . Quindi, faresti migliore figura se nel tuo impeto di dissenso, questo anno almeno ci rinunci ed anche nei prossimi e tu e gli altri che aderiscono ad altri raggruppamenti ci rinunciaste. Un minimo di coerenza, porca vacca. Ovvio, ma questo del bonus fiscale è uno dei tanti argomenti, che dovresti togliere un po’ di specchi a casa se ne vuoi godere. Se potessi, farei godere del bonus, come di altri risultati che tu in 33 anni di esperienza dovresti conoscere bene, solo AGLI ISCRITTI al Sindacato vedi un po’..

Rocco
Rocco
Rispondi a  Roberto Timpani
11 mesi fa

Certo stai illustrando una serie di grandi conquiste per la categoria partendo dal 1991 in poi e specialmente dal 2000 a venire avete fatto scintille come sindacati….i risultati sono sotto gli occhi di tutti. e comunque il fatto che per te il bonus fiscale dovrebbe essere goduto solo dai tuoi iscritti la dice lunga su quella che il modus operandi dei sindacati….complimenti proprio un bel messaggio …….

Roberto Timpani
Roberto Timpani
Rispondi a  Rocco
11 mesi fa

E certo cosi facciamo chiarezza. Nel frattempo comincia tu a fare chiarezza. Non ti prendere eventuali aumenti, nei vari casi ovvio , del margine perché insufficienti, non detrarti quest’anno il bonus, non ti detrarre il credito di imposta sulle commissioni – poco o tanto che sia – per dire solo le ultime. È come se nessuno sapesse che razza di crisi generale co sia stata negli ultimi anni . Il sole non gira intorno alla terra, ma al contrario ciò che distrutto intere categorie ha colpito certamente la nostra ma abbiamo retto in wualche modo. Perché ad un gestore fortemente critico e smemorato dovrebbe essere riconoscito un vantaggio strutturale che é opera negli anni del Sindacato ? Spiegamelo perche a questo punto un discrimine ci vuole

Rocco
Rocco
Rispondi a  Roberto Timpani
11 mesi fa

Quale problema ti crea se io ho goduto negli anni dei vari vantaggi fiscali che lo stato ha concesso all’intero settore….se non ci fossero stati queste agevolazioni a quest’ora tu saresti il sindacalista di te stesso. il danno non avrebbe colpito solo me.Mi devi far capire tu per quale motivo debbo rinunciare a questi vantaggi fiscali e non solo io a questo punto, solo perche’ siamo fortemente critici verso l’operato dei sindacati, che hanno accompagnato l’intera categoria alla deriva. Poi sugli ‘eventuali ‘ aumenti dei margini di guadagno, e sul fatto che la categoria ha in qualche modo retto alla crisi…come certifichi tu…raccontale a qualche altro le barzellette.