Taglio accise carburanti, Bearzi Figisc: “cambiare DL o perdite fino a 7.500 euro

Il presidente della Figisc Confcommercio, Bruno Bearzi, parlando con l’Adnkronos si dice preoccupato e chiede che il decreto legge energia, approvato dal Cdm, venga modificato altrimenti i Gestori di carburante rischiano di perdere fino a 7.500 euro, a causa delle accise che hanno pagato sulle giacenze.

”C’è un po’ di delusione, dichiara Berazi, nel senso che, al di là del taglio delle accise, ci aspettavamo venisse riconosciuto una sorta di ristoro per questi soldi che avremo completamente a rimettere”. questo perchè, spiega il presidente dei Gestori aderenti a Confcommercio, ”la giacenza media può variare tra 10.000 e 30.000 litri” su cui i Gestori hanno già pagato le accise e che dovranno vendere al prezzo ‘scontato’, come previsto dalla norma che entrerà in vigore con la pubblicazione in Gazzetta ufficiale del decreto legge.

Considerando il taglio delle accise di 25 centesimi, le perdite potrebbero arrivare fino a 7.500 euro (per le giacenze di 30.000 litri). Con una giacenza di 10.000, invece, ”vuol dire che 2.500 euro vanno in fumo e, considerando l’esiguo margine di profitto (3,5 centesimi a litro in media ndr), è un bagno di sangue in una situazione già molto critica perché i ricavi sono in calo e i costi in aumento”.

Sottoscrivi
Notificami
guest
15 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
mario
mario
2 mesi fa

io non ritiro più anzi disdico gli ordini fatti e rimando indietro i carichi che dovessero arrivare anche se rimango vuoto

Sax
Sax
2 mesi fa

Ogni mattina in Italia, come sorge il sole, un benzinaio si sveglia e sa che dovrà correre più dello Stato o verrà affamato. Ogni mattina in Italia, come sorge il sole, lo Stato si sveglia e sa che dovrà inventarsene una più del benzinaio per farlo morire di fame.

Proverbio Itagliano.

Fabio
Fabio
2 mesi fa

… e intanto da martedi scorso le quotazioni dei prodotti raffinati +27%….

https://it.investing.com/commodities/london-gas-oil

AndreaG
AndreaG
2 mesi fa

Nel periodo da gennaio ad inizio marzo le “giacenze” si sono rivalutate di almeno 60 cent/litro (a parità di accise)

Con giacenza media di 10000 litri vuol dire + 6000 euro

Perdite inventariali e piagnistei quando cala

Se cresce…

antonio
antonio
Rispondi a  AndreaG
2 mesi fa

ben detto, per questo non faranno nulla al riguardo e lascieranno che la cosa cada nel dimenticatoio

Sax
Sax
Rispondi a  AndreaG
2 mesi fa

Non bisogna confondere mele e pere, perchè una cosa è l’andamento del mercato, l’altra è la variazione delle accise tout court. E poi, il primo maggio quando finirà l’effetto temporaneo del decreto, cosa bisognerà fare? Riempire il 30 aprile a tappo, e lucrare 25 centesimi certi?

Non mi sembra normale.

AndreaG
AndreaG
Rispondi a  Sax
2 mesi fa

Quando cesserà l’effetto del decreto, con ripristino delle accise è probabile che la giacenza venga tassata

Sax
Sax
Rispondi a  AndreaG
2 mesi fa

quindi al ribasso paga il gestore ed al rialzo paga sempre lui…buonanotte

Roberto
Roberto
Rispondi a  AndreaG
2 mesi fa

assolutamente no’ , quello che si perde adesso li riguadagna a fine mese di Aprile , sempre che venga ripristanata l’accise che hanno decurtato , non viene tassato un bel nulla … comunque volevo dire onestamente che nelle settimane scorse tutti noi abbiamo guadagnato non poco con gli aumenti che ci sono stati , poi si sapeva che avrebbero abbassato le accise e quindi si doveva ordinare il carburante giorno per giorno .

Roberto
Roberto
Rispondi a  Sax
2 mesi fa

Esatto , l’indicazione che ci ha dato oggi la ns compagnia in parole semplici e’ : ” oggi ci rimettete , ma a fine aprile ve li riprendete con gli interessi ” Testuali parole … che sia onesto o meno quello non lo so’ .

Sax
Sax
Rispondi a  Roberto
2 mesi fa

il prezzo sta andando alle stelle ancora oggi. Tra pochi giorni altro che 25 centesimi…sarà di nuovo riassorbito…e quando si riporterà tutto come prima, le vendite della tua come della mia compagnia saranno zero! la gente si è stufata.

AndreaG
AndreaG
Rispondi a  Sax
2 mesi fa

Sempre euro sono, non mele e pere. Tanto è vero che le accise sono state ridotte per compensare l’incremento del prezzo di mercato della materia prima.

In ogni caso l’art. 1 comma 5 del DL 21.3.2022 n.21 ha disposto che gestori, retisti ecc… facciano comunicazione delle giacenze

Roberto
Roberto
Rispondi a  AndreaG
2 mesi fa

Bravissimo , parole sante … non piace a nessuno perdere dei soldi , ma quando si guadagnano in eccesso nessuno dice niente .

Fabio
Fabio
Rispondi a  Roberto
2 mesi fa

…il problema che siamo una categoria di cialtroni….tu credi che a fine aprile la maggior parte dei gestori avrà paura di aumentare ….e aumentare di quanto?…. non si sa.

Roberto
Roberto
Rispondi a  Fabio
2 mesi fa

per tagliare la testa al toro e rischiare pochi litri ordinero’ il carburante quando il decreto e’ in gazzetta ufficiale , a rischio di esaurire i prodotti , per correttezza domani mattina chiedero’ alla societa’ di farmi solo un rabbocco per mercoledi’ , se me lo rifiutano ( ho un drop di 15000 Lt ) vado ad esaurimento scorte …