Carburanti, Assopetroli solidale con i gestori sullo sciopero

Staffetta Quotidiana – I retisti con gestioni dirette potranno aderire all’agitazione. Molti proprietari di punti vendita pronti a chiudere

Assopetroli è solidale con le organizzazioni dei gestori e ne sostiene la protesta, e i retisti che hanno gestioni dirette potranno aderire allo sciopero, che resta tuttavia di iniziativa di Faib, Fegica e Figisc. In più, a quanto si apprende, molti proprietari di punti vendita son pronti ad attuare una sorta di serrata. L’associazione ha appena pubblicato una locandina in merito sul proprio sito internet. Le piccole e medie imprese rappresentate da Assopetroli-Assoenergia, si legge nella nota pubblicata sul sito, “non hanno la possibilità di determinare i prezzi perché, essendo al centro della filiera, li subiscono. Parlare di speculazione è pertanto ingiusto e gli aumenti registrati rispecchiano l’aumento delle accise del 1° gennaio scorso”.

In una nota, Faib, Fegica e Figisc ricordano che da domani alle 19 su rete ordinaria e dalle 22 sulle autostrade, i distributori carburanti saranno chiusi per sciopero. “Il Governo – scrivono le associazioni – invece di aprire al confronto sui veri problemi del settore, continua a parlare di trasparenza e zone d’ombra solo per nascondere le proprie responsabilità ed inquinare il dibattito, lasciando intendere colpe di speculazioni dei benzinai che semplicemente non esistono. Ristabilire la verità dei fatti diviene quindi prioritario, per aprire finalmente il confronto di merito. Gli impianti di rifornimento carburanti rimarranno chiusi per sciopero (compresi i self service) per 48 ore consecutive, dalle ore 19 del 24 alle ore 19 del 26 gennaio sulla rete ordinaria e dalle ore 22 del 24 alle ore 22 del 26 gennaio sulla viabilità autostradale”.

Sottoscrivi
Notificami
guest
3 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
pippo
pippo
5 giorni fa

Benvenuti allo sciopero !!!!Più siamo meglio è
Colgo l occasione per ricordare all Assopetroli che i gestori o i prestatori di manodopera ex schiavi ,non ci sono solo quando Vi toccano sul vivo ,ma ricordatevi ,e magari qualcuno glielo ricordi ,delle paghe da fame ,dei margini ridicoli, e di tutto quello che fa si i gestori scappano ,l accaparramento di bar e autolavaggi ,affitti da strozzo ,Oggi Vi sentite offesi giustamente perche Vi dicono ladri ,sono anni che dicono ladri ai gestori ,Chi vuole capire capisca ,ma un cappello non è fatto solo per una pioggia

fabio d.
fabio d.
5 giorni fa

prezzo medio europeo all ora

Tony
Tony
5 giorni fa

Ascoltate quello che dice il Codacons-
Interruzione di pubblico servizio.
Per loro a quanto ammonta lo stipendio?
prossimamente togliere’ l’accise a spese nostre
altrimenti passa la guardia di finanza a fare verbali.
La nostra categoria non accetta dittature da parte degli organi di Governo