Fanno rifornimento e fuggono senza pagare, benzinaia trascinata dall’auto

Porto di Legnago, si sono fermati a fare rifornimento alla stazione di servizio Eni. Ma, a quanto pare, i clienti in questione – due giovani stranieri quasi sicuramente di nazionalità marocchina – non avevano la minima intenzione di aprire il portafoglio dopo aver riempito il serbatoio della loro Fiat Punto. Tant’è che quando la titolare del distributore si è avvicinata alla macchina, insospettita dal loro atteggiamento, sono risaliti in quattro e quattr’otto a bordo dell’utilitaria.

A quel punto, la Gestrice ha appoggiato una mano sul finestrino abbassato della macchina per incassare i soldi che le spettavano. Invece, i due si sono dileguati a tutta velocità senza scucire un euro. Il conducente ha infatti ingranato la marcia ed è ripartito in direzione di Bevilacqua trascinando per qualche metro la donna.

Fortuna ha voluto che la 59enne, carambolata a terra, se la sia cavata, oltre che con un grosso spavento, con leggere contusioni ad una gamba.

Sul posto si è precipitata una pattuglia del Nucleo operativo e Radiomobile dei carabinieri, che ha raccolto le testimonianze della vittima e delle persone che avevano assistito alla terribile scena. Un prezioso contributo alle indagini potrebbe arrivare agli uomini del luogotenente Mauro Tenani, precipitatosi a Porto con il suo equipaggio, da alcuni numeri di targa memorizzati da un cliente e dalla visione delle immagini riprese dalle telecamere del circuito di videosorveglianza.

Intanto, la donna si è fatta medicare al Pronto soccorso e le ci vorrà del tempo per riprendersi dalle dolorose contusioni rimediate all’anca nel violento impatto che poteva sfociare nel dramma. «Me la sono vista davvero brutta e stanotte non ho dormito al pensiero di quello che poteva succedermi, ma per fortuna sono viva seppur piena di botte», confidava ieri la 59enne.

Fonte: Larena.it

  • 8
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Sottoscrivi
Notificami
guest
14 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
claudio
claudio
1 mese fa

Risorse? dovremmo imparare da Amazon, ‘ prima paghi e poi dare cammello ‘

Alex
Alex
1 mese fa

Mi chiedo se ora il Disservizi eni interviene x chiedere al gestore se ha rispettato il manuale pubblicato sul portale, ed ha eseguito tutte le procedure o se interviene a difesa del povero cliente soffocato dalla crisi ???
Forse dobbiamo cercare nei valori etici se c’è una risposta.
La mia non é ironia,
chiedo x un amico.

francesco saverio
francesco saverio
1 mese fa

PERFETTO SARA’ SEMPRE PEGGIO, URGE FAR PREDISPORRE TUTTI I DISTRIBUTORI CON IL PREPAGATO ALLA CASSA , OSSIA I DISTRIBUTORI SONO TUTTI BLOCCAìTI, IL CLIENTE VA ALLA CASSA PAGA L’IMPORTO DEL CARBURANTE CHE VORRA’ PRELEVARE E LA CASSIERA SBLOCCA IL DISTRIBUTORE PREFISSANDO L’IMPORTO , SE CON CARTA DI CREDITO LA STESSA COSA , se invece dovra’ fare il pieno si verifica la carta, che lascera’ alla cassa, e poi si completera’ l’operazione, anche se beccheranno i due rapinatori la collega sara’ risarcita???? penso proprio E LORO LO SANNO CHE L’ITALIA E’ IL PAESE DELLE IMPUNITA’

Gestore Eni
Gestore Eni
Rispondi a  francesco saverio
1 mese fa

Io lo faccio da anni, svegliatevi.

Giovanni
Giovanni
1 mese fa

Chiedo al signor Timpani alla luce anche di questi fatti, se sia opportuno andare verso la direzione di un accordo dove a fronte di un misero aumento di margine si richiede la tipologia con erogazione in post pay e dove sopratutto si inseirebbero addirittura tre margini differenti.

Timpani
Timpani
Rispondi a  Giovanni
1 mese fa

È infatti la posizione che l” azienda non nasconde , anzi . Ma la al nostra posizione è contraria . Si riproporrebbe sotto sotto la stessa situazione dell’ iperself degli anni scorsi .

Sal
Sal
Rispondi a  Timpani
1 mese fa

Mi chiedo, ma tra pre e post pay, dov’è che si crea valore per il Gestore e la bandiera?

Se monetariamente percepisco 50 euro, prima o dopo l’erogazione, cosa cambia?

Per capirlo tutti, o forse è un mio limite.

Timpani
Timpani
Rispondi a  Sal
1 mese fa

Perché c’è la tendenza a dare di meno sui litri venduti in pre, poco in più in post. E il gestore avrebbe tre margini . E tre prezzi .. situazione inaccettabile

Sal
Sal
Rispondi a  Timpani
29 giorni fa

Si, avevo percepito questa volontà..ma non parlavo del margine del gestore in assoluto, piuttosto del nesso tra maggior margine e pagamenti differenziati…dove si crea e perchè questo eventuale maggior margine sul post? forse per far entrare i clienti nel negozio/PV per fargli acquistare qualcosa? In un epoca dove ci si guarda in cagnesco per uno starnuto? Dove a spese mie migliaia di guanti monouso si volatilizzano ogni mese? e dove si evitano come la peste i contatti fisici?

Giovanni
Giovanni
Rispondi a  Timpani
1 mese fa

Grazie signor Timpani e speriamo non ci sia già qualcuno possibilista sopratutto su una ipotesi del genere.

Antimo
Antimo
1 mese fa

Ma scherzate? Il futuro è il SERVITO, le compagnie e questi zingari della EG stanno facendo fuori i gestori ricattandoli ed aumentando il prezzo anche di 5 o 6 centesimi a chi fa meno del 10 per cento di servito. Tutto regolare. Addirittura a me proposero di lavorare SOLO in servito, mi dissero “così devono PER FORZA scegliere il servito”. Geni, proprio.

francesco saverio
francesco saverio
Rispondi a  Antimo
1 mese fa

Si vero, in EG ignorano l’indagine di mercato ma soprattutto hanno poca stima dei clienti, ovvio stima della loro intelligenza ma soprattutto della condizione economica.Ormai molte sono le famiglie che si reggono con la pensione del vecchio operaio, famiglie composte da due anzioni non certo in salute perfetta che devono provvedere a FIGLI NUORE E NIPOTI CON 1000 EURO AL MESE , come si puo’ pensare che il ricco pensionato sara’ felice di rifornire la sua PANDA DEL 1990 CON 5 euro SERVITI AD UN PREZZO SUPERIORE DI 20/25 CENT?. Certo la ricca signora che abita ai Parioli a Roma se deve rifornire il suo SUV di 100,000 euro non si sporchera’ mai le mani e non si curera’ mai del prezzo, pero’ il numero di auto di questi preziosi clienti non tutti hanno la fortuna di vederli nel piazzale anzi, se per sbaglio l’operatore non li avverte prima che la pompa e’ servita ben che vada un po’ nervoso giura che non verra’ piu’ in UN DISTRIBUTORI DI LADRI, CAPITO???????????

antimo
antimo
Rispondi a  francesco saverio
1 mese fa

Purtroppo ti posso assicurare che esistono impianti da SEMPRE finti self che continuano a fottere i clienti nascondendo i prezziari in maniera subdola. Parliamo di percentuali di servito superiori al 40 per cento.

Sal
Sal
Rispondi a  francesco saverio
29 giorni fa

Molto vero…tra l’altro essendoci prezzi Servito anche superiori di 35/40 cents al litro…70 litri a pieno sono anche 25/30 euro a botta…e si sentono…eccome…i lamenti.

Anche giusti dal punto di vista del cliente..soprattutto perchè il Gestore incassa una frazione del maggior prezzo…fosse anche la metà..terrei anch’io il sacco alla compagnia…ma così no!