Eurogarages Italia: Faib, Fegica e Figisc verso la mobilitazione e lo sciopero a tutela delle oltre 1200 imprese a marchio Esso

LAVORATORI SUBORDINATI O IMPRENDITORI ?

“I continui richiami all’ordine dei padroni delle ferriere Eurogarages ai 1200 imprenditori che gestiscono la rete della distribuzione carburanti a Marchio Esso hanno superato la soglia della tollerabilità sindacale”

I Gruppi Dirigenti di Faib Confesercenti, Fegica e Figisc Confcommercio riuniti a Roma in seduta congiunta -unitamente ai Comitati Nazionali di Colore- hanno preso atto delle continue azioni messe in atto dalla Società Eurogarages nei confronti dei Gestori della loro rete distributiva che hanno, come obiettivo, quello di piegare i Gestori ai voleri dell’Azienda che intende così smembrare la Categoria e negare qualsiasi diritto.

A nulla sono valsi gli inviti rivolti alla EG affinchè adottasse comportamenti in linea con gli Accordi sottoscritti (ancorchè scaduti) e con il complesso normativa che regola i rapporti economico-contrattuali.

Il tutto nel silenzio della Esso che continua, dietro le quinte, a manipolare ogni azione che EG, come altri “retailer” hanno deciso di mantenere nel dispregio delle Leggi.

Un atteggiamento padronale, di antica memoria, che non può essere oramai più tollerato e sopportato dai Gestori che sono prima di tutto LIBERI imprenditori di se stessi e non lavoratori subordinati , SOTTOPAGATI di Eurogarages.

Le Rappresentanze di categoria denunciano pubblicamente la volontà di EG Italia di spingere, con i suoi “editti” Le Gestioni verso un default economico, inducendo gli stessi operatori ad accettare/subire soluzioni contrattuali borderline da un punto di vista giuslavoristico ma soprattutto estranee al quadro normativo vigente in questo settore.

Premesso quanto sopra Faib, Fegica e Figisc dichiarano lo stato di mobilitazione delle Gestioni EG E FISSANO PER LA GIORNATA DI GIOVEDI’ 20 OTTOBRE LA CHIUSURA DI TUTTA LA RETE DISTRIBUTIVA CARBURANTI EG ITALIA.

A tale iniziativa si aggiungerà, nel mese di Novembre, un’azione di sospensione dell’accettazione delle “carte Esso” come forma di protesta nei confronti tanto della EG quanto della medesima Esso.

Sulle questioni legati ai cali ed ai contributi sulle manutenzioni (non dovute) le Organizzazioni di Categoria denunceranno pubblicamente le storture chiedendo un intervento ai ministeri interessati che ripristini la certezza del diritto.

Sottoscrivi
Notificami
guest
21 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
max
max
2 mesi fa

Ma la ESSO con il l’oro marchio esposto non dice nulla preferisce che i gestori BUONI mollano per introdurre INDIANI che di vendite benzina non frega nulla !

mario
mario
Rispondi a  max
2 mesi fa

questa è la situaione in cui ci hanno condotto i vertici sindacali della triade per non parlare dei comitati colore esso ,da quando sono nati ,almeno a Parma non hanno mai fatto una riunione,quindi in che cosa sperate

max
max
Rispondi a  mario
2 mesi fa

speriamo che torni la ESSO😁😁😁

Timpani
Timpani
Rispondi a  mario
2 mesi fa

Bravo Mario ti sei corretto : almeno a Parma …

mauro
mauro
2 mesi fa

abbandonate la nave finche non siete ancora in rovina

Gestore stufo
Gestore stufo
2 mesi fa

Contributi sulle manutenzioni???
Ditemi che è uno scherzo.

gionni
gionni
2 mesi fa

non vedo l’ora di poter fare qualcosa per dire basta.
spero che veramente tutti i gestori EG partecipino allo sciopero
questa volta non si può fare finta di niente

gionni
gionni
Rispondi a  gionni
2 mesi fa

ah dimenticavo…
sul sito della FAIB c’è ancora come ultimo articolo “buone vacanze”.
si vede che lavorano tanto questi 😀 😀
magari che scrivete dello sciopero

tony
tony
2 mesi fa

Sperando che il nuovo governo tassi un po’ le banche visto che loro speculano a rubare invece noi paghiamo fino all’ultimo cent….

pippo
pippo
2 mesi fa

Finalmente !!!!!ritorna dopo tanto tempo la parola SCIOPERO nel vocabolario sindacale Forse qualcuno ha capito che è l unica forma per avere dei diritti ?,O forse hanno cosi tanti tavoli da non saper più dove metterli
Comunque adesso la palla passa ai gestori EG ,Esso .Spero siate decisi ha farlo questo sciopero in modo unitario e totale ,Pensate cosa succederebbe se questo fosse un flop con qualche decina di chiusure e basta .Spero sia totale e risolutivo ,sia un apripista per altro Non è più possibile avere gestioni con un cent lordo di guadagno e 2 di spese Auguro ai gestori EG la massima partecipazione consapevoli di essere l inizio per altre azioni ,e di portare lo sciopero dopo anni nei piazzali se fallite falliamo tutti ,dando ragione a quelli che ci chiamano falliti ,benzinai ,che non serviamo a nulla e a quelli che non credono allo sciopero per scarsa partecipazione .Grazie

francesco saverio
francesco saverio
2 mesi fa

Triste, molto triste,perdere su un impianto il 50% delle vendite in 3 anni causa i prezzi consigliati piu’ alti della concorrenza e’ demoralizzante. Il comportamento della Esso appare ancor piu’ strano avendo perso la migliore clientela con Esso Card, ma ancpra piu’ sorprendente assistere alla perdita di milioni di litri su gli impianti con marchio ESSO e non prendere iniziative per difendere almeno la storia della Standard Oil. Anche se in questi ultimi anni e’ successo di tutto , covid e guerra, e’ inspiegabile la filosofia della EG, non seguire l’andamento del platts, quotazione carburanti, puntuale nella tempistica, no,se la quotazione va giu’ continua a fatturare al gestore al vecchio prezzoo ma alle ore 15 sul sito CONSIGLIA UN PREZZO AL PUBBLICO ANCHE 0,080 € LT INFERIORE, SOTTO MARGINE PER IL GESTORE. CON INVITO AL FALLIMENTO.QUANTI GESTORI SI POTRANNO MANTENERE IL LUSSO DI UNO SCIOPERO DOPO ESSERE MASSACRATI PER TRE ANNI ANCHE DALLA EG? PENSO CHE BISOGNA STRINGERE I DENTI OGGI PER NON FALLIRE DOMANI.

Tony
Tony
Rispondi a  francesco saverio
2 mesi fa

TUTTI PER UNO E UNO PER TUTTI
Non siamo schiavi dello Stato e com….Vogliamo la nostra dignita’SCIOPERO.In Europa i gestori non vengono trattati in questo modo solo in Italia

pippo
pippo
Rispondi a  francesco saverio
2 mesi fa

QUANTI GESTORI SI POTRANNO MANTENERE IL LUSSO DI UNO SCIOPERO
Buongiorno Francesco mi puoi spiegare questa frase ? Cosa vuole dire :il lusso di uno sciopero

francesco saverio
francesco saverio
Rispondi a  pippo
2 mesi fa

Ciao Pippo, ho ripensato ad altri tempi piu’ rosei a quanti non aderivano agli ”scioperi”, oggi, che
l’ economia dei BENZINAI e’ disastrosa mi pongo il dubbio su quanti AVRANNO LA POSSIBILITA’ DI RINUNCIARE ALLA PERDITA QUOTIDIANA

MARIO K.
MARIO K.
Rispondi a  francesco saverio
2 mesi fa

Ma che ragionamento è questo scusa?! Meglio perdere qualcosa oggi per ottenere di più domani. Se tutti continuano a fare il tuo ragionamento non ne usciamo più. Ma vi rendete conto che le cose vanno sempre peggio? Meglio chiudere per una settimana e provare ad ottenere qualcosa piuttosto che stare aperto e rimetterci solo soldi! Mah, io sono allibito!

pippo
pippo
Rispondi a  francesco saverio
2 mesi fa

Io spero che TU stia scherzando altrimenti sarebbe grave la cosa In altri tempi l aderenza allo sciopero era minima ,ma si otteneva qualchecosa ,quelle poche cose le abbiamo perse tutte negli anni fino a trovarci oggi con le pezze al culo .Oggi un p v con 2/4 milioni di litri e alla fame AVRANNO LA POSSIBILITA’ DI RINUNCIARE ALLA PERDITA QUOTIDIA ? ma se come EG siete alla fame ,state lavorando in perdita ,vi pagate la manutenzione !!!! avete dubbi se scioperare o no !!! ma porca puttana cosa vi devono fare di più ‘prima di ribellarvi
Questa è l occasione per contarvi ,e se io fossi il sindacato chi ce ce ,chi non ce è fuori ,il contratto andate da soli a chiederlo ,andate dai pachistani con il pastrano a chiedere lavoro

francesco saverio
francesco saverio
Rispondi a  pippo
2 mesi fa

Certo Pippo , scusa il ritardo, capovolgi la frase seguendo la logica delle motivazioni dello sciopero, tutti i colleghi sono esposti con debiti bancari, i piu’ fortunati, alcuni hanno rateizzato la bolletta dell’enel, le societa’ petrolifere, alcune, pretendono il pagamento con Mi bank, tanti hanno famiglia, quindi ogni ora di sciopero la vivono con terrore, in verita’ lo era di gia’ anni orsono,sai quanti impianti aspettavano che uno aprisse alle 11 per seguirlo a ruota e via via rimanevo chiuso solo io con 4 collaboratori in ferie. Pippo conosco troppo bene la nostra gente ma in questo momento tragico non li condanno . Il mio e’ rispetto umano con tanta esperienza, ciao.-

pippo
pippo
Rispondi a  francesco saverio
2 mesi fa

Ciao Saverio .Non possiamo far passare il concetto che lo sciopero non si ha da fare ,Lo sciopero è l unica arma democratica per protestare ,L UNICA .Se realmente le gestioni sono all osso ,non è solo colpa di EG o AGIP ;O IP ,ma dei gestori !!! che hanno accettato tutto senza ribellarsi ,colpa di un sindacato vecchio ,che ha seguito altre strade ,meno che seguire i gestori nella parte più importante i SOLDI
Ripeto che se i gestori EG non sciopereranno uniti qualcuno potrebbe obbiettare che non sono vere le motivazioni dello sciopero ,che in fin dei conti stanno ancora bene se barattano un gg di sciopero con le richieste e i benefici che potrebbero avere Quindi la prossime volta :MUTI E STECCA

Angelo
Angelo
2 mesi fa

Blocco tutte le fuels cards e buoni Esso Pellegrini non per un sol giorno, ma per un mese! Il problema è che vi aumenteranno il prezzo da applicare per quel periodo. Perché non spiegate al pubblico come vengono fatti i prezzi in base alle trade areas? Felice di aver lasciato la gestione…..e non far regalie a AM!