GAIA, ANGAC e GISC_TV ri-scrivono a Italiana Petroli. “Conguaglio anticipazione sconto in fattura Gestori Ex TotalErg”

I Gestori aderenti alle sigle di GAIA, ANGAC e GISC_TV hanno mandato un’altra missiva a Italiana Petroli per richiamare l’attenzione della compagnia petrolifera sulla questione del Conguaglio anticipazione sconto in fattura Gestori Ex TotalErg

Secondo la denuncia fatta dalle tre sigle,  il cambio di modalità di calcolo del conguaglio anticipazione sconto in fattura “ha penalizzato le gestioni” che “si sono ritrovate a pagare due volte lo sconto in fattura per le giacenze di carburanti al 31 dicembre 2018: le giacenze al 31 dicembre sono state oggetto del conguaglio relativo mese di dicembre, mentre il conguaglio del mese di gennaio 2019, sulle sole vendite, non ha tenuto in considerazione le giacenze di fine anno”. È quanto scrivono le associazioni di gestori Gisc_Tv, Gaia e Angac in una lettera inviata ieri a Italiana Petroli, in relazione agli impianti ex TotalErg.

Come già evidenziato nella nostra del 2 agosto u.s., continua la nota, a seguito del cambio di modalità di conguaglio di cui in oggetto per gli impianti ex TotalErg, ai quali fino al 31-12-2018 il conguaglio veniva calcolato considerando sia lo sconto in fattura sui volumi acquistati nel mese di riferimento che i volumi effettivamente venduti dello stesso mese, differentemente dalla modalità attuata dal 1° gennaio 2019 ove il conguaglio è effettuato sulle sole vendite giornaliere e conguaglio mensile.

Secondo le tre sigle, “per questo motivo il cambio di modalità di calcolo ha penalizzato le gestioni le quali si sono ritrovate a pagare due volte lo sconto in fattura per le giacenze di carburanti al 31 dicembre 2018, ovvero le giacenze al 31 dicembre sono state oggetto del conguaglio relativo mese di dicembre, mentre il conguaglio del mese di gennaio 2019, sulle sole vendite, non ha tenuto in considerazione le giacenze di fine anno, del tutto evidente la necessità di provvedere con urgenza a sanare quello che potrebbe anche essere considerato un errore momentaneo al quale va posto urgentemente rimedio.”

Stante l’entità delle cifre in gioco, alcune migliaia di Euro, conclude la nota,  si invita codesta compagnia a provvedere con urgenza al saldo del dovuto, diversamente daremo indicazioni alle gestioni di provvedere autonomamente al calcolo delle somme da conguagliare con l’emissione di fattura a vostro carico, ponendo il pagamento in compensazione con la prima partita utile.

Le associazioni chiedono, infine,  “un urgente incontro con la dirigenza IP al fine di analizzare il complesso dei rapporti tra gestori e azienda, con particolare riferimento alla marginalità sui carburanti e la concorrenzialità del mercato.”

  • 578
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
0 0 Vota
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
24 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
Giovanni Ruiu
Giovanni Ruiu
10 mesi fa

Poveri noi.. Anche io sono un gestore IP.. Qui siamo al collasso.. Basta.. Voglio dare la disdetta..Non sara’ facile trovare un altro lavoro; ma ce la farò.. Non si puo’ lavorare in perdita.. Cari colleghi, vi chiedo un’informazione: se do’ la disdetta; quanti mesi sono obbligato a restare? 3 o 6? Credo 3.. Grazie.

Federica
Federica
Rispondi a  Giovanni Ruiu
10 mesi fa

Giovanni devi leggere il contratto, lì è sicuramente scritto. Ti auguro tutto il bene del mondo e ti capisco, questa situazione ha portato al collasso l’attività di centinaia se non migliaia di colleghi. Se vuoi puoi metterti in contatto con Gaia e speriamo di poterti dare una mano. Non sei solo!

Giovanni Ruiu
Giovanni Ruiu
Rispondi a  Federica
10 mesi fa

Grazie Federica.. Sei gentilissima.. E’ bello vedere solidarietà e calore umano da altri colleghi.. Grazie di cuore..

Gestore Stufo
Gestore Stufo
Rispondi a  Giovanni Ruiu
10 mesi fa

Devi leggere nel tuo contratto di comodato, nel corso degli anni qualcosa è cambiato. Comunque con 6 mesi sei sicuro al 100%

Gestore Stufo
Gestore Stufo
10 mesi fa

Dimenticavo, su un argomento cosí importante, su tanti soldi sottratti di tasca ai Gestori giá impoveriti di suo, mi aspetto personalmente una presa di posizione coerente anche delle altre sigle Sindacali! Oppure gli stá bene che ci derubino in questo modo????

Roberto Timpani
Roberto Timpani
Rispondi a  Gestore Stufo
10 mesi fa

Solo per opportuna precisazione. Capisco che se arriva un documento oggi, si ricorda solo quello di oggi e si dimentica – o si vuole dimenticare – la montagna di carta o le iniziative prese nei confronti di Italiana Petroli nei mesi scorsi. Capisco che si vuole sostenere al massimo altre neonate associazioni ( nate pochi mesi fa’ o meno recenti ma di nuovo apparse) ma adesso basta !! Non c’è spazio abbastanza in questo portale per ripubblicare quanto abbiamo scritto e fatto nell’ultimo anno contro Ip soprattutto dopo l’acquisizione di Total Erg. E soprattutto ricordiamo l’apertura della vertenza col Governo per la vertenza collettiva che non e’ finita a tarallucci e vino ma solo sospesa per la necessità di attendere di sapere quali sottosegretari avranno la delega a seguire i nostri guai, visto che il precedente Crippa è ritornato a fare il semplice onorevole. Ed io pure sono STUFO come l’amico gestore omonimo di leggere che ogni minimo argomento debba servire per insultarci o immaginare la nostra mala fede. Pare semplice per tutti. Basta scrivere una letterina e vai con commenti gonfi di entusiasmo. Ma non sono stato accusato sempre su questo portale che si è troppo morbidi ? e vi pare che la lettera delle tre nuove o seminuove sigle sia di quel peso da smuovere le montagne ? Se non avessi a cuore questa categoria – ancora per poco, cosi’ faccio contento qualcuno – sarebbe da lasciarvi al vostro destino. E stare alla finestra a vedere quanto siano capaci gli altri e soprattutto se con altrettanta coerenza i gestori, tranne i provocatori o quelli che “dirigono” i drammi delle persone verso ben pasciuti avvocati, sappiano giudicare.

pippo
pippo
Rispondi a  Roberto Timpani
10 mesi fa

Purtroppo le devo dare ragione sulla “morbidezza ” della lettera non smuoverà le montagne
Una lettera con scritto :cara ip se non ci date i soldi indebitamente rubati Noi scioperiamo ad oltranza ,bloccando tutto e tutti cordiali saluti i vs Gestori .Questa è l unica arma che abbiamo e che capiscono .I gestori IP sono pronti o dobbiamo aspettare sempre che qualcuno faccia i cazzi nostri ? Se non ci muoviamo quando ci rubano il nostro cosa ci devono fare
Lo sciopero in ogni sua forma è l unica arma che un popolo civile ha ,tutto il resto sono solo seghe mentali e perdite di tempo ora mai lettere e letterine non servono bisogna attaccarli sui soldi ,i loro

Roberto Timpani
Roberto Timpani
Rispondi a  pippo
10 mesi fa

Caro Pippo, alcuni mesi fà, facendo delle assemblee ( perché ancora noi le facciamo e scopriamo pure che alcuni diritti – anche se come dici tu ormai acquisiti tempo fa – sono del tutto sconosciuti..) abbiamo ricevuto molti applausi solo con due parole : sciopero del “servito” proprio perché la’ ci sono i soldi veri delle compagnie e dulcis in fundo, settimana del blocco del rid. Io l’ho chiamata ” NO RID WEEK” . Un gruppo di gestori ad un certo giorno, compatti, bloccano i rid in entrata, per importi superiori ala fideiussione. Il principio è semplice : toccare le nostre controparti dove arrivano i soldi veri. Quando le varie nuove sigle o seminuove la lanceranno nei prossimi giorni, sappi che la idea era della Fegica già da tempo. Lo dico solo per rivendicare il giusto ruolo .
Tuttavia, dopo gli applausi, nei dibattiti emergono le difficoltà ed i dubbi . Ma cosa si rischia ? non lo posso fare perché altrimenti dopo ( e questo è comprensibile) vengo messo a circolare e non ho la liquidità.. e via discorrendo. Ora, ed io ne ho la prova certa, le azioni forti andrebbero fatte ma le difficoltà sono tante. Ed alcune pretestuose, altre piu’ ragionevoli. Ecco perché dico che dovete diffidare da chi vi dice che domani rivolteranno il mondo, che i Sindacati non hanno fatto nulla, che le nuove sigle sono il futuro. Soprattutto, continuo a ripeterlo, attenzione a chi vuole organizzarsi e poi dirige i gestori verso i legali. I legali sono l’ultima spiaggia laddove l’azione sindacale non riesce ad arrivare, mi pare chiaro.

fw14
fw14
10 mesi fa

GARAU GABRIELE FW14
TORINO GAIA
CARO ROBERTO TIMPANI
IL TUO NERVOSISMO TRASPARE AD OGNI TUA NOTA ED A OGNI TUA VIRGOLA.
QUESTE TRE NEONATE ASSOCIAZIONI NASCONO DA ANNI ED ANNI DI INTOLLERABILE MANCANZA DI TUTELA PER UNA INTERA CATEGORIA
QUELLA CATEGORIA CHE OGGI CON TANTE DIFFICOLTA’ ENORMI PROBLEMATICHE
CHIEDE A GRAN VOCE GIUSTIZIA E PARITA’
QUELLA PARITA’ NEGATA NELLA CONCORRENZA SLEALE PRATICATA DALLE COMPAGNIE PETROLIFERE SOTTO I VOSTRI OCCHI
UN TRIUNVIRATO CHE HA SAPUTO TRAGHETTARE LA DISTRIBUZIONE ALLO SFASCIO PIU’ TOTALE!!! E CHE LA LETTERA CHE ABBIAMO INVIATO AD IP
NE E’ IL SIMBOLO . MILIONI DI EURO TANTO VALE QUESTA SVISTA
CONTABILE E VOI COSA AVETE FATTO DA QUANTO E’ CHE CONTINUIAMO
A SPIEGARE QUESTA SITUAZIONE INSOSTENIBILE
CERTO NEONATI IMPACCIATI SPESSO IN DIFFICOLA’ MA IN QUESTA MANCIATA DI MESI VI ABBIAMO INSEGNATO CHE L’UNITA’ E POSSIBILE E PERSINO
SEMPLICE DA ATTUARE SOPRATUTTO QUANDO IL BENE PRIMO E SOTTOLINEO PRIMO E IL GESTORE
NOI NON DOBBIAMO ANDARE A RIFERIRE AL PALAZZO NON ABBIAMO INGERENZE ESTERNE!!! SIAMO SOLO SEMPLICI GESTORI
IL SOGNO DEI COMITATI DI BASE
DOVE E’ QUELLA GRANDE INIZIATIVA SINDACALE DI SETTEMBRE TANTO SBANDIERATA!!! AVETE BUTTATO VIA UNA GRANDE OCCASIONE DI CONFRONTO
SOTTRAENDOVI ALL’INCONTRO AL MISE ED ORA PIAGNIUCCOLI
QUEL CONFRONTO CON QUEI GESTORI SPESSO CON EROGATI DA 500.OOO LITRI OGGI ADDITATI A TRUFFALDINI SIAMO E LO DICO CON ORGOGLIO ANCHE NOI SIAMO TUTTI NOI.
SPRONATEVI E MUOVETEVI PERCHE’ NOI NON CI FERMEREMO ALLA LOGICA
DEL NOIOSO MONOLOGO FINE A SE STESSO
IL PRIMO PASSO IMPORTANTE E L’ANNULLAMENTO DI TUTTI I CONTRATTI IN ESSERE E CONTINUO A RIPETERLO DA TROPPO TEMPO
MA SO PER CERTO CHE AVETE GIA LA PENNA PRONTA PER IL CONTRATTO ENI

STA A VOI SCEGLIERE CON CHI FARE UNA VERA BATTAGLIA A TUTTOTONDO
O CON I GESTORI O CON IL PALAZZO.
ED E PROPRIO DALLE FINESTRE DI QUEL PALAZZO CHE NASCE L’AMAREZZA

GARAU GABRIELE
GESTORE LIBERO
GAIA

Roberto Timpani
Roberto Timpani
Rispondi a  fw14
10 mesi fa

A me pare che sia tu il nervoso. Ho chiarito che da altre parti veniamo tacciati di morbidezza e la vostra lettera mi sembra una meravigliosa e soffice piuma. Ho in altri post dichiarato che chi si organizza mettendo al centro la pregevole consulenza di un legale, a mio avviso, sbaglia e secondo la mia etica e quella della mia Federazione, svolge un altro ruolo, quello di attivare uno studio di consulenza. Come ti ho detto in altre risposte, siamo lontani dalla idea di difendere o sostenere una categoria. Il resto sono solo stupidaggini. L’unità si cerca e si fonda cercando di capire dove incontrarsi. Ma mi pare che ci siano troppe distanze. Sulle convocazioni al Ministero se la memoria non mi inganna mi pare che riguardava una altra neonata associazione. Oppure tu hai anche la delega per loro ? Mi pare che il vostro nervosismo vi fa fare brutte figure..

Roberto Timpani
Roberto Timpani
Rispondi a  Roberto Timpani
10 mesi fa

Ed aggiungo : limita le parole. Sicuramente il tuo legale, che è professionista attento a queste cose, ti dovrebbe avere avvertito che rischi qualche denuncia. Passo e chiudo.

fw14
fw14
10 mesi fa

PENSA A FARE CIO’ CHE SERVE AI GESTORI DI CARBURANTE AUTOTRAZIONE
ED IL TEMPO NON VI E’ MANCATO
CONCORRENZA SLEALE
MARGINE EQUO
O ANCORA MEGLIO ANNULLAMENTO DI TUTTI I CONTRATTI
POI PER QUANTO RIGUARDA LE SIGLE AL MISE(NEONATE) PRIMA DI PARLARE
INFORMATI MEGLIO

10 ANNI FA UN ALTRO PEZZO DA 90 DELLE ASSOCIAZIONI CATEGORIA MI VENTILO’
LA STESSA MINACCIA STO ANCORA ASPETTANDO ADESSO
SPERO TU ROBERTO VOGLIA CONSERVARE LA STIMA CHE RIPONGO IN TE
A LIVELLO PERSONALE
DIVERSAMENTE ASPETTERO’ COL SORRISO

CORDIALITA’
GARAU GABRIELE
GAIA TORINO
GESTORE LIBERO(

Roberto Timpani
Roberto Timpani
Rispondi a  fw14
10 mesi fa

Ma non devi vivere nell’attesa, rilassati, evita di offendere la reputazione – non la mia, che ormai ne ho ricevute di minacce e di azioni legali – della mia Federazione. Fai il bravo e vedrai che vivrai bene.

fw14
fw14
Rispondi a  Roberto Timpani
10 mesi fa

era un modo elegante, per non dire che me ne puo’ fregare de meno , sono nato bravo ho fatto anche il chirichetto 1 volta
RIFLETTI SU COME ANNULLARE I CONTRATTI
CORDIALITA’

Roberto Timpani
Roberto Timpani
Rispondi a  fw14
10 mesi fa

Gli Accordi sul prezzo massimo con IP – anche quelli derivanti da Totalerg – sono da tempo disdettati sul prezzo massimo. Se ti riferisci allo schema di contratto di gestione cerchiamo di esser chiari e non prendere in giro nessuno. Ci vuole una abolizione del Decreto Leg.vo 32/98. Mica stiamo parlando di spostare un comodino. Se hai fatto il chirichetto, sai che certi passaggi nella messa sono assolutamente necessari.

Moreno Parin
Moreno Parin
Rispondi a  Roberto Timpani
10 mesi fa

Ciao Roberto, scusa se mi intrometto, ma c’è una cosa che non mi torna, tu dici che avete disdettato i contratti sul prezzo massimo, è lo sapevo, ma che io sappia, e su questo sono supportato anche da pareri di chi ne sa più di me, molto di più, non è che un contratto si possa disdettare parzialmente in modo unilaterale, o lo disdetti per intero o te lo tieni tutto, oppure la modifica la fai consensuale con la controparte, e allora tutto è possibile, è così o mi sbaglio?

Roberto Timpani
Roberto Timpani
Rispondi a  Moreno Parin
10 mesi fa

Sin da settembre 2012 abbiamo utilizzato questa azione . Dapprima sulle autostrade con Eni e gli altri marchi che erano presenti all’epoca ( oggi come sai ci sono anche i Sarni soprattutto ). Lo facemmo con lettere al Governo. L’unica a cercare di sistemare le sofferenze fu la Esso, nei primi mesi del 2013. Altre volte in questi anni lo abbiamo formalizzato anche su rete ordinaria accanto ad altre iniziative. Qualche avvocato delle compagnie ha provato a sostenere che in questo modo era annullato tutto l’Accordo, ma con scarso successo. Attualmente, e li abbiamo diffidati per indebito arricchimento, alcuni operatori vorrebbero recuperare il cosiddetto over price. Eg ha colto la nostra diffida, mi risulta che Ip lo stia invece facendo in qualche zona d’Italia su rete ordinaria, laddove il gestore ha la connessione informatica. Come vedi, nonostante qualche tuo “compagno di viaggio” sostenga, cerco di mantenermi “sveglio” ..
In ogni caso, caro Moreno, tu non ti devi mai scusare di intrometterti. Ne hai – e te lo riconosco – pieno diritto.

Massimo Moroni
Massimo Moroni
10 mesi fa

rimango perplesso e basito nello stesso tempo. sinceramente non trovo ne utile ne costruttivo tirar su una polemica su chi ha fatto cosa e viceversa. personalmente sono di questo avviso: la critica l’accetterei solo da un mio tesserato altrimenti è fine a se stessa ed inutile. preciso che non ho niente a che spartire col Sig.Timpani e non ci conosciamo. Però leggere commenti specie dagli anonimi che sono tutt’altro che costruttivi, una critica è buona se è accompagnata da una proposta, spesso offensivi, a mio parere abbassa molto il livello di qualità di questa testata in primis, ricordate che ci leggono anche i normali utenti ed in seconda battuta, a volte, sembra di essere il classico gruppetto di ragazzini immaturi. questo è quello che traspare leggendo queste righe. Io non ho paura di mostrarmi, tanto è vero che mi firmo con nome e cognome perché credo in quello che dico e penso; sono tesserato storico della Faib perché ce l’ho nel cuore, anche se ultimamente mi ha molto deluso. Tanto la domanda è per l’aria quindi rispondo subito: per il 2020 non mi tessero non perché sono adirato con Faib ma semplicemente perché ho deciso di chiudere. Mi sarei ritesserato? nonostante tutto SI, perché vorrei avere il diritto di critica… capisco bene che siamo tutti nervosi per tutta una serie di motivi ma ricordiamoci che ci definiamo persone civili ma chi è al di fuori di questo ambito lavorativo quando legge queste righe….. statemi bene tutti e cerchiamo di darci una mano che insieme siamo più forti, sarebbe decisamente più auspicabile.

Gestore Stufo
Gestore Stufo
10 mesi fa

La mia non voleva essere una provocazione, ma la conferma della DELUSIONE che ho avuto quando mi hanno raccontato che i Sindacati Storici, a cui sono sempre iscritto, questa battaglia NON intendono portarla avanti. Vi rendete conto che si sono intascati,probabilmente per sbaglio, MILIONI di euro??? Qualche gestione più sfortunata che ha chiuso il 2018 con le cisterne alte non riguadagnerà in tutto il 2019 quello che ha perso. Dover ricorrere alla LEGGE è la conferma della sconfitta dei Sindacati, e la spiegazione per cui qualcuno prova a cambiare lo stato delle cose.

Timpani
Timpani
Rispondi a  Gestore Stufo
10 mesi fa

Non so a quale informazione ti riferisci per cui i sindacati storici non vorrebbero dare battaglia.

fw14
fw14
Rispondi a  Timpani
10 mesi fa

SVEGLIA!!!!!!
NON SEI NEPPURE AL CORRENTE DEL SIGNIFICATO DELLA LETTERA AD IP
NON DIRE INESATTEZZE INVECE DI FIRMARE NUOVI CONTRATTI
TRALALTRO PERSINO SEPARATI
ANNULLATE QUELLI IN ESSEERE INCOMINCIATE A DARE BATTAGLIA VERA NOI I SOLITI TAVOLINI PLURIDECENNALI
ATTACCHIAMO LE COMPAGNIE
NON SPRECHIAMO TEMPO A INDISPETTIRCI
QUESTO VA FATTO NON LE CHIACCHIERE DA SALOTTO
CORDIALITA’
GARAU

Roberto Timpani
Roberto Timpani
Rispondi a  fw14
10 mesi fa

ti sei svegliato nervoso – oppure ti sei semplicemente alzato dal letto – stamattina. Credo che sia opportuno che ti dai una calmata. Non credere che non conosca il linguaggio da marciapiede. Rivolgi la tua rabbia verso qualcun altro.

fw14
fw14
Rispondi a  Roberto Timpani
10 mesi fa

mi sono risvegliato con i soliti problemi
buoni non pagati bonifici non arrivati
vendite misere ecc ecc
quindi L’IRONIA E FUORI LUOGO
IL LINGUAGGIO DA MARCIAPIEDE AVRESTI DOVUTO USARLO CON LE COMPAGNIE PER OTTENERE QUALCOSA
NON STARE TROPPO ALLA FINESTRA OGGI E VENTILATO METTI UNA SCIARPETTA

anto
anto
10 mesi fa

Il Sig.Timpani afferma che ci si affida ai legali quando si esaurisce l’azione sindacale.
Dovrebbe essere così se l’azione sindacale fosse incisiva e nell’interesse del gestore.
Per esperienza diretta posso dire che i sindacati possono arrivare fino a un punto dopo il quale vengono “richiamati e sensibilizzati “dalle compagnie petrolifere.